Esistono veramente le crepe cosmiche?



Le ispirazioni per creare un'opera arrivano da
letture, riflessioni o pensieri su ciò che può suscitare sensazioni o interesse. "Fratture
gravitazionali" è un quadro che nasce da un'immagine
assolutamente teorica e personale di quelle che vengono chiamate "crepe
cosmiche". Recenti studi sembrano confermare l'esistenza di vere e proprie
linee di faglia che percorrono lo spazio e che hanno avuto origine quando
l'Universo era ancora agli stati primordiali. Questi difetti topologici dalla forma stringata lunga e sottile, sarebbero in realtà
configurazioni di pura energia sparsa tra una galassia e l'altra nel vuoto
interstellare.  La loro creazione sembrerebbe dovuta alle diverse fasi di transizione verificatesi dopo il Big Bang che avrebbero provocato molto probabilmente imperfezioni nell'anatomia del cosmo. L'affascinante teoria
deve ancora trovare, da parte dei cosmologi, la sua reale dimostrazione, ma
tante, se non infinite, sono le meraviglie in questo immenso Universo ancora da scoprire.




Sculture Verticali utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento